Scarsa pubblicizzazione della partecipazione di Miglianico ai Giochi del Mediterraneo, critico il gruppo "Viva Miglianico Viva"

dal gruppo consiliare "Viva Miglianico Viva" di Miglianico riceviamo e pubblichiamo: Finalmente il fatidico giorno è arrivato, al via il tanto atteso momento di Pescara 2009.
Miglianico c’è sempre stata sin dalla candidatura ma purtroppo il riconfermato sindaco e la nuova amministrazione e l’assessorato al turismo del Comune lo hanno già dimenticato...
Passeggiando per il paese tutto sembra tranne che siamo in Pescara 2009: questa è la denuncia dell’ex assessore comunale al Turismo, Federico Anzellotti: i cittadini, le forze imprenditoriali non sono state coinvolte in questa grande opportunità.
«Forse – spiega Anzellotti – il nuovo assessore dott.ssa Catia Mattioli prima di pensare alle manifestazioni di agosto per ricompensare favori elettorali dovrebbe pensare alle grandi opportunità dell’evento appena inaugurato e ai tanti altri progettati ed imminenti.
Dove sono i percorsi turistici, dov’è la pubblicità della guida turistica on-line da me approntata e facilmente scaricabile dal sito Abruzzo Audioguide, dov’è il coinvolgimento del paese e la sinergia tra eventi turistici di caratura internazionale e il paese tutto? Miglianico partecipa all’evento con il Golf, nelle gare di bocce c'è un’atleta locale, con le “Migliarettes”, il gruppo di majorette da tempo creato in paese, che sfileranno durante il corteo inaugurale (ma purtroppo le uniche informazioni su questo onore sono state date da privati cittadini che hanno dovuto far fare a proprie spese i manifesti).
Peccato, cara dottoressa o scusi neo assessore ha perso un’opportunità o meglio lo hai fatto perdere a Miglianico e ai Miglianichesi.
Essere amministratori non è come gestire i tanti obbi personali, essere amministratori significa rappresentare i cittadini e creare opportunità per loro e per il paese tutto strano che il tuo caro sindaco non ti abbia fatto un corso accelerato visto che siete una coppia che si amalgama perfettamente.
Se questo è l’inizio constato che è pessimo».

Leggi tutto l'articolo