Scarsa trasparenza ospedali calabresi

Gli ospedali e le asl calabresi, fanalino di coda rispetto alle altre Regioni d’Italia, con riguardo alla trasparenza dell’informazione sui tempi d’attesa per le prestazioni sanitarie.
Questo ciò che emerge da un monitoraggio svolto da “CittadinanzaAttiva”, un movimento di partecipazione civica che dal 1978 promuove e tutela i diritti dei cittadini e dei consumatori.
Scarsa trasparenza a scapito degli utenti e in barba ad una norma, introdotta dall’accordo Stato-Regioni del 28 marzo 2006, che parla di “regole a tutela dell’equità e della trasparenza” e asserisce inoltre che “il piano regionale promuove l’informazione e la comunicazione sulle liste d’attesa che rappresentano un diritto fondamentale del cittadino”.
Nel documento è stabilito che “il Piano regionale promuove l’informazione e la comunicazione sulle liste d’attesa che rappresentano un diritto fondamentale del cittadino e una risorsa strategica per l’azienda sanitaria per il miglioramento della qualità del servizio.
Il massimo sforzo dovrà essere impiegato per trasmettere informazioni ai cittadini riguardo al sistema complessivo dell’offerta e alla sua accessibilità, alle innovazioni normative ed organizzative, alle caratteristiche dei diversi regimi di erogazione delle prestazioni, alle regole a tutela dell’equità e della trasparenza”.
Proprio a tal riguardo è sottolineata l’importanza della comunicazione e dei suoi nuovi mezzi: “Allo scopo, - si legge, infatti, nel documento - vanno sostenuti e potenziati strumenti quali i siti web aziendali, le campagne informative, gli Uffici relazioni con il pubblico (URP), le Carte dei servizi e la rilevazione della soddisfazione degli utenti”.
“Basta un clik”, dice una nota pubblicità, ma per quanto riguarda alcuni presidi ospedalieri calabresi non è semplice.
Basta cliccare sul sito web dell’Asl n.
1 di Paola, per rendersene conto: non ci sono informazioni sulle liste d’attesa, né sui diritti dei malati, se non una generica carta dei servizi.
Il sito, nella pagina dedicata alle informazioni sanitarie, rimanda ai presidi ospedalieri per richiedere notizie sulle prenotazioni e sui tempi di attesa.
Cliccando sul link dell’ospedale civile di Cetraro, appaiono solo i nomi dei direttori delle varie unità operative, con relativi numeri telefonici, idem cliccando sui link degli ospedali di Praja e di Paola.
Tra l’altro proprio in queste strutture si eseguono alcuni degli esami più importanti e vitali quali la risonanza magnetica, la mammografia, la tac che [...]

Leggi tutto l'articolo