Sciopero fame per danni da cinghiali

(ANSA) – PESARO, 16 OTT – Andrea Busetto, 58 anni, agricoltore di Montecalvo in Foglia, in lotta da anni contro i cinghiali che gli rovinano i raccolti, ha deciso di iniziare uno sciopero della fame in piazza del Popolo a Pesaro, di fronte alla Prefettura.
“Rimarrò qui finché il prefetto non ci autorizzerà a installare dei recinti di cattura dei cinghiali – ha spiegato -.
Non lo pretendo senza una legge, ma protesto perché la legge esiste ed è disattesa.
La Regione Marche nel maggio scorso ha approvato un regolamento che autorizza gli agricoltori a creare questi recinti, ma prima occorre partecipare ad un corso di formazione, non ancora fatto dall’Atc.
Nel frattempo i cinghiali continuano a mangiarci il raccolto.
Su sei ettari di mais, ne ho raccolti nemmeno 22 quintali, solo il 20% del previsto.
L’80% è stato mangiato da branchi di cinghiali che continuano ad impazzare liberi nei nostri campi”.
Così Busetto si è seduto in una panchina di piazza del Popolo, col cartello ‘vendesi azienda agricola per impossibilità di coltivare’.