Sclerosi anche per l'ex viola Galdiolo-Il dramma della Fiorentina anni '70

C’è un buco nero nella Fiorentina degli anni Settanta.
Di quella squadra ci sono troppe morti strane, troppe malattie inspiegabili.
C’è troppo di troppo, forse anche di micoren e di cortex, medicine che, sembra, venissero utilizzate in grande quantità.
L’ultimo calciatore di quella squadra che adesso sta male, “gravemente ammalato” fanno sapere i familiari che tra pochi giorni sveleranno la vicenda, è Giancarlo Galdiolo.
Galdiolo ha la Sla, la sclerosi laterale amiotrofica, la malattia che ha colpito, e ucciso, tra gli altri, Adriano Lombardi, Giuliano Taccola, Gianluca Signorini e con la quale, adesso, lotta Stefano Borgonovo.
Stopper oggi sessantaduenne, Galdiolo ha vestito la maglia viola dal 1970 al 1980 (229 le presenze) arrivando in riva all’Arno dall’Almas Roma.
Di quella Fiorentina anni Settanta tre giocatori sono morti e altri sei hanno patito gravi malattie.
Bruno Beatrice è scomparso nel 1987, a 39 anni, di leucemia; Nello Saltutti è morto d’infarto nel settembre 2003 a soli 56 anni; Ugo Ferrante è deceduto un anno dopo, a 59 anni, per un tumore.
Stanno male, adesso, Pietro Longoni, costretto a vivere su una sedia a rotelle, e Galdiolo, mentre altri hanno rischiato.
Parliamo di Giancarlo Antognoni colpito da crisi cardiaca nel 2004, di Mimmo Caso guarito da un tumore al fegato, di Giancarlo De Sisti che a 41 anni ha sofferto di un raro ascesso frontale al cervello provocato da un’infezione batterica, e di Massimo Mattolini sottoposto, nel 2000, a un trapianto di rene.
Due anni fa, in seguito alla denuncia della famiglia Beatrice, la Procura di Firenze ha aperto un’inchiesta conclusa con l’archiviazione.
Il caso, adesso, è di nuovo aperto.
ilmattino               michele de lucia visita il mio nuovo blog http://calcionapoli.positanonews.it/

Leggi tutto l'articolo