Scoop: "Reign non sarà solo una serie storica, ma..."

C’è una notevole eccezione nel palinsesto autunnale della CW, e quando regna, si riversa scetticismo.
Perché alcune cose sembrano fuori dal brand più che nel 16° secolo.
Reign, un capolavoro ampiamente romanzato sull’adolescenza di Mary, Regina di Scozia.
Anche se questo significa evocare un’atmosfera di Gossip Girl-incontra-The Tudors, questo infuso sinceramente stilizzato di romantici intrighi di corte è così diverso da qualsiasi altra cosa nell'universo CW che non si può fare a meno di applaudire la pazza follia di tutto questo.Pedowitz ha detto che l’obiettivo di Reign è quello di “attirare donne di tutte le età”, un pubblico più sfuggente ora che “Gossip Girl” e “90210” non ci sono più e, dandole come traino “Vampire Diaries”, dovrebbe avere ottime possibilità per essere introdotto ad un vasto pubblico (per gli standard della CW).Strategie a parte, se c’è una cosa che gli spettatori non devono fare è perdere il sonno per la sua autenticità (le riprese avvengono a Toronto), o per la sua accuratezza.
Come la protagonista Kane ha dichiarato ai critici, “possiamo prenderci licenze creative.
E’ intrattenimento.
Non è un canale di storia.” D’altra parte, lei stessa ha osservato, “quante adolescenti conosci che sono ossessionate dalla storia? Io so che non lo ero alla loro età”.Se questo è il caso, allora Reign è ancora di più un puzzle su questo canale ossessionato dalla gioventù.
Ma, a meno che non aggiungano vampiri, almeno non sarà confuso con nessun’altra serie nel palinsesto e questa è una benedizione regale.

Leggi tutto l'articolo