Se Monica Bellucci è una casalinga e Gianfranco Fini vota a sinistra..

 Il settimanale Grazia ha incontrato gli omonimi di alcuni personaggi famosi e amati dal pubblico: una Monica Bellucci casalinga, la Simona Ventura operaia, un Antonio Di Pietro pilota Alitalia e un Gianfranco Fini di sinistra.
La signora Monica Bellucci, 38 anni, è bionda con gli occhi azzurri, vive a Roma, è casalinga e madre di tre figli.
Ha molti ammiratori che la insidiano e un giorno, stufa di un pretendente che si struggeva per la vera Bellucci, ha deciso di vendicarsi: gli ha dato un appuntamento davanti ad un teatro e poi non si è presentata.
L'altra Maria De Filippi invece, è di Bologna e quando ha cercato di segnalare un guasto alla linea telefonica si è sentita rispondere dall'operatore: "Che fa signora, ci prende in giro?".
L'omonima di Simona Ventura, invece, vive in Emilia e fa l'operaia in una fabbrica di pompe idrauliche "Sono bionda come Simo, ma ho gli occhi azzurri.
E ogni volta che ricevo promozioni gratuite dalle compagnie telefoniche mi chiedo come mai.
Io Stefano Bettarini me lo sarei tenuto in casa volentieri...".  Di Giulio Andreotti, in Italia ce ne sono cinque.
L'omonimo napoletano del senatore a vita di mestiere fa il venditore ambulante di ricambi per elettrodomestici e ogni tanto, confessa a Grazia, a chi gli domanda se sia parente del noto politico risponde: "Sì, cosa le serve?".
Più audace il signor Bruno Vespa, omonimo del conduttore di «Porta a Porta».
Ora è in pensione ma prima faceva il muratore e un giorno ha tentato di dare una svolta alla sua vita chiamando proprio Vespa alla Rai, per chiedergli un lavoro.
Due omonimi di Umberto Bossi non si divertono affatto a portare questo nome: come Bossi vivono nella provincia di Varese ma non sono affatto leghisti.
Sono cinque i Gianfranco Fini che vengono dall'Emilia come il leader di An.
Uno di loro, è fiero del nome che porta anche se milita nel partito di Walter Veltroni e sopporta con pazienza le battute dei suoi compagni di partito quando fa il volontario alle feste dell'Unità.
Antonio Di Pietro, romano, fa il pilota dell'Alitalia: "Ho ricevuto diversi messaggi d'amore indirizzati all'ex magistrato.
Quando l'ho incontrato sull'aereo l'ho abbracciato e gli ho detto 'Che momenti mi hai fatto passarè! Oramai è come se fossimo parenti".
Non tutti però la prendono con filosofia.
I tre Riccardo Scamarcio che vivono nella stessa cittadina pugliese, Andria, in cui è nato l'attore, non ne possono più di lettere, telefonate e assedi da parte della ragazzine che non si arrendono neanche davanti all'evidenza.

Leggi tutto l'articolo