Se esiste un tempo nel quale è necessario votare PD per coloro i quali credono al primato della sinistra liberale e riformista è questo.

Liberale Riformista o minoritaria? La sinistra che ci serve
 
Il progetto sconfitto della democrazia maggioritaria
Nel 2016 il Pd raccolse il 40% degli elettori su un programma di riforme istituzionali ambizioso che tentava, dopo decenni di tentativi abortiti, di dare un assetto solido ad una democrazia dell’alternanza, maggioritaria e basata su partiti “della nazione” in grado di superate la frattura tra élite e popolo.
L’accozzaglia tra populisti in ascesa, sinistra conservatrice, destra tradizionale, anche neofascista e minoranze organizzate interne allo stesso Pd ha sconfitto questa prospettiva che come la cronaca attuale sta ampiamente dimostrando avrebbe messo l’Italia al riparo dall’esperimento sovranista e antieropeista che guida il paese.
Quel 40% era uguale a quello toccato dal consenso al Pd alle scorse elezioni europee e rappresenta la base di massa potenziale del riformismo democratico.
La sinistra minoritaria.Questa base potenziale è irraggiungibile per chi, come l’a...

Leggi tutto l'articolo