Se quando navighi su Internet tendi a tenere molte finestre aperte c'è un motivo

Quando usi internet tendi a tenere molte finestre aperte anche se non ne hai bisogno? C'è un perché a questa strana mania.
Molti di noi quando sono al pc non possono fare a meno di cliccare su Google una gran quantità di contenuti, aprendo innumerevoli finestre: la ricetta da preparare a cena, il sito di gossip preferito, le previsioni meteo, le scarpe e i vestiti che vogliamo comprare online.
Proprio non c'è verso di cliccare sulla "x" al lato destro dello schermo per chiudere almeno una delle tante schede aperte.
Ma perché lo facciamo? Secondo gli esperti c'è un motivo ben preciso: è una sorta di multitasking virtuale a cui è stato dato il nome di "task switching".
Poiché nella vita reale riusciamo ad essere impegnati contemporaneamente più fronti, cerchiamo di ripetere lo stesso schema anche quando siamo online per proteggerci dalla noia.
Usiamo molteplici finestre per saziare tutti i nostri differenti bisogni, che vanno dall'informazione allo shopping, dai consigli in amore ai giochi online.
Attenzione però, dedicarsi a così tante cose contemporaneamente potrebbe essere controproducente: "Le persone credono di cavarsela con il multitasking, di riuscire a prestare attenzione ad una serie di cose tutte nello stesso tempo, e invece accumulano lavoro.
Sarebbe meglio focalizzarsi sulle cose una alla volta" spiega Ellen Scott di Metro.
"Avere una gran quantità di finestre aperte può creare un carico di informazioni, e piuttosto che generare efficienza, può concretizzarsi in difficoltà a concentrarsi o ad andare a fondo nei problemi" spiega invece la dott.ssa Daria Kuss della Nottingham Trent University.
Ma come possiamo combattere la nostra tendenza ad "accumulare finestre aperte?".
La prima cosa da accettare è che i nostri computer, esattamente come i nostri cervelli, hanno dei limiti.
Chiudere tutte le schede a prescindere, ad ogni modo, non sortirà l'effetto sperato: la prima cosa da capire è se le teniamo aperte per essere più efficienti, e recuperare le informazioni che ci servono nel corso della giornata, o se invece si tratta di pura e semplice distrazione.
In tal caso, tirate un respiro profondo e abbiate il coraggio di cliccare su quella tanto temuta "x".

Leggi tutto l'articolo