Segesta

Due domeniche fa sono stato a Segesta...
Ero stato nella Valle dei Templi  di Agrigento ed a Selinunte...
mi mancava Segesta...
Ho approfittato di un inconveniente...
una ventiquattr'ore che non mi è stata consegnata al ritorno da Barcellona.
Un contrattempo...
una perdita di tempo...
un tempo guadagnato ritornando la domenica successiva a Palermo...
a riprendere quanto non mi era stato consegnato...
a mangiare il pesce a Sferracavallo...
di fronte all'Isola delle Femmine...
e fare un salto a Segesta...
Quasi...
quasi istituirei un premio a quanti ci fanno perdere del tempo! Quel tempo perso è tutto tempo guadagnato...
un applauso alla Windjet...
ed ai suoi distratti dipendenti.
Non fosse stato per loro...
chissà quando avrei trovato il tempo per fare un salto a Segesta...
e vivere l'incanto di un pomeriggio in un antico teatro romano ....
incastonato in una valle macchiata di verde e sabbia oro...
con giù lo sfondo del mare azzurro terso che riflette gli ormai ultimi balugginii di un sole autunnale...Un pomeriggio dove puoi realmente vivere la realtà di una "lenta tartaruga che non sarà mai raggiunta dal piè veloce di Achille"....   

Leggi tutto l'articolo