Segui il tuo istinto di "fuoco.e.cenere"

  Seguo il Blog di fuoco.e.cenere da un po' di tempo, forse un anno o giù di lì Quello che mi colpì la prima volta in cui ci entrai fu la collezione di libri che compariva, e compare anche adesso, a destra e a sinistra del suo blog.
Una marea! La seconda cosa furono i suo brevi (e sottolineo, "brevi") racconti di vita quotidiana e il modo in cui vedeva e raccontava le cose che le succedevano.
Ma è stata soprattutto la loro lunghezza, io per dire le stesse cose ci avrei scritto post infiniti mentre lei, qualche riga "et voilà!" c'era tutto lo stesso! Che invidia!!! ^_^ W.
London ...
Segui il tuo istinto di fuoco.e cenere       Quando Web mi ha contattata per invitarmi a scrivere sul suo blog sono rimasta sbalordita.
Sì, sbalordita e anche un po' lusingata, lo ammetto.
Conosciamo l'uno dell'altro niente di più di quello che possono sapere tutti, ovvero quello che è stato pubblicato, eppure qualcosa di me deve averlo colpito.
Cosa? Di certo non la mia raffinata tecnica di esposizione, i miei fronzoli o le mie moine..tutti elementi che non possiedo.
Forse la semplicità dei miei post? La mia schiettezza? Non importa, l'ha fatto.
E così ho accettato l'invito ed eccomi qui a riflettere su quello che è il vero potere della scrittura, una forza in grado di catturare il lettore pur non sapendo nulla di lui, di lei, di loro.
Proprio quello che succede a tutti noi, abitanti di Digiland.
Perché quello che ci avvicina, spesso è qualcosa di indefinito che fatichiamo a descrivere ...
la chiamerei semplicemente "empatia".
Che si crea oppure no, non esistono vie di mezzo.
E per risultare interessante non serve fare sfoggio di cultura o reincarnarsi in Dante Alighieri (ussignur quanti ce ne sono!!!) né tantomeno serve stupire con effetti speciali propinando immagini di mondi fantastici popolati da donne seminude e ammiccanti.
Mi provocano l'orticaria quei blog che trasudano zucchero e miele, come se la vita fosse tutta una passeggiata romantica in nome dell'amore, ma questa è la mia personalissima opinione ovviamente.
Esiste la libera espressione, mica siamo su "Libero" per niente.
Io scelgo d' istinto le persone con cui interagire qui dentro.
Ne ho conosciute, ne conosco, alcune davvero belle.
Fortuna? Destino? Forse entrambe le cose.
Mi faccio un'idea in base a quello che scrivono, da come lo fanno e da quello che mi trasmettono.
Penso che quello che si scrive sia importante; le parole vengono prima pensate, pesate soprattutto, e solo dopo messe nero su bianco e pubblicate o almeno questo è quello che faccio io.
Perché [...]

Leggi tutto l'articolo