Sembrava .....

  Sembrava .....
  Sembrava un leone fino a qualche settimana fa, poi si è rivelato una pecora! Di chi si tratta? Si tratta del segretario del Popolo della Libertà (vigilata) nominato a questo incarico dal padrone.
Per la verità anche nel suo compito di segretario non ha dimostrato una marcata autonomia di pensiero: era sempre d'accordo col principale! Eh, che cosa non si fa per campare.
Poi, improvvisamente, ha avuto uno scatto d'orgoglio ed ha cominciato a regionare in proprio (male ma in proprio).
Questo improvviso ribaltamento era chiaramente dovuto al fatto che il padrone non si sarebbe candidato.
No: si sarebbe candidato.
No, non si sarebbe candidato, Sì si sarebbe candidato.
Dopo questo clownesco tira e molla finalmente ha deciso di ridiscendere in campo.
Questa decisione, per certi versi inaspettata, ha creato un certo panico tra gli sherpa che incominciavano ad alzare la schiena.
Ed allora tutti in riga: la ricreazione era finita! Ed allora il nostro leone è ritornato pecora, anzi più pecora di prima perché adesso difende le posizioni del clown sempre ed in ogni circostanza e con più livore contro gli avversari di quanta non ne avesse prima.
Alcune volte produce persino tenerezza nel constatare la sua fedeltà incondizionata verso il padrone, perché, questi, anche negando l'evidenza, ha sempre ragione.
Se negli sport dei giochi olimpici fosse previsto quello dell'arrampicata sugli specchi al nostro leone verrebbe subito assegnata la medaglia d'oro.
  °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°° PER NON DIMENTICARE Eccoli i soccorritori di papi che nel mese di novembre 2011 hanno abbandonato i loro gruppi parlamentari per correre in aiuto al suo traballante governo.
Il loro soccorso ha prolungato l'agonia dell'Italia per tredici mesi (fino al mese di dicembre del 2012).
Altri nominativi di questi eroi non li ricordo, ma ve ne sono, ve ne sono: basta cercarli! Il pericolo che il nostro Paese corre è quello di rischiare che vengano rieletti il 24-25 febbraio.
Per evitare che ciò avvenga bisogna esaminare attentamente tutti candidati di tutte le liste che verranno presentate perché, gli eroi, potrebbero essersi rintanati in qualche partito compiacente sperando di essere stati dimenticati.
In questo caso, per non correre il pericolo di farli eleggere, si dovrà avere l'accortezza di non votare la lista nella quale sono candidati.
A questi va aggiunto anche il giusdopolavorista che ha - poche settimane fa - abbandonato il proprio gruppo [...]

Leggi tutto l'articolo