Seminario di Studi

I recenti fatti di cronaca nera lungo il litorale Domiziano con l’arrivo dell’Esercito e il potenziamento della presenza delle Forze dell’Ordine per il contro del territorio è uno dei tanti motivi che hanno spinto gli storici locali a riflettere su “La Questione meridionale ieri ed oggi”.
A promuovere questa scuola di altra formazione umana, culturale e sociale è il locale liceo scientifico statale “G.Galilei” di Mondragone, con il sostegno dell’Istituto italiano per gli studi filosofici di Napoli, l’Assessorato alla cultura del Comune di Mondragone.
Questo importante corso di formazione si svolgerà dal 20 al 22 ottobre 2008, presso il Museo Civico Archeologico “Biagio Greco” di Mondragone dalle ore 16.00.
Le conferenze saranno dettate nell’Aula “Mario Pacifico”.
Coordina la scuola di formazione la professoressa Filippa De Gennaro del locale liceo statale.
Il 20 ottobre alle ore 16,00 è prevista la cerimonia di apertura con i saluti del sindaco della città, dott.
Achille Cennami e dell’Assessore alla Cultura Antonio Tagliatatela; del prof.
Aldo Tonini, responsabile delle scuole di Alta formazione dell’IISF di Napoli, della coordinatrice del Seminario di Studi.
A seguire, la prima lezione sulle "Origini della Questione Meridionale", con relazione e dibattito tra i partecipanti.
Il giorno 21, sempre con inizio alle ore 16.00, la seconda lezione su “Il Mezzogiorno nel Novecento”, con relazione e dibattito.
Si chiude il giorno 22 ottobre, con inizio alle ore 16.00 con la terza ed ultima lezione su “Lo stato delle cose e le prospettive future”.
Un appuntamento culturale e sociale di grande rilevanza per capire il fenomeno della delinquenza comune ed organizzata, ma anche i grandi ritardi accumulati dal Meridione d’Italia a partire dell’Unità d’Italia.
Ritardi evidentemente non ancora superati, ma che rischiano di aggravarsi in ragione di una limitata coscienza civile, di impegno personale e collettivo, di responsabilità individuali e comunitarie in ordine al bene comune e alla casa comune che è il territorio del Sud, ma soprattutto l’Italia intera.
La coscienza che senza il Meridione l’Italia non potrà mai decollare in vari campi in modo definitivo viene a trovare conferma nel fatto dei gravi ritardi accumulati negli anni in questa importantissima e strategica zona dell’intero territorio nazionale.
Di questo ne hanno avuto chiaro sentore anche i Vescovi Italiani e specialmente quelli della Campania che più volte hanno posto l’accento sulla questione meridionale [...]

Leggi tutto l'articolo