Sentirsi proiettati nel cielo

  "Può accadere che ci sentiamo proiettati nel Cielo quando meno ce lo aspettiamo.
Ovviamente, desidereremmo rimanere lassù per sempre, ma questo non è possibile: tante cose ci tengono ancora legati al mondo che è in basso! Se il Cielo ci accorda questa grazia, è per farci avere il presentimento, l'intuizione di quello spazio di luce dove siamo destinati ad andare a vivere un giorno.
Queste gioie improvvise, che a volte sentiamo, sono l'annuncio di una liberazione a venire.
Quando gli alberi iniziano a perdere le foglie in autunno, sapete che l'inverno si avvicina; e in inverno, quando i bucaneve cominciano a sbocciare, sapete che annunciano l'arrivo della primavera.
Anche nella vostra anima, come nella natura, appaiono dei segni precursori, e voi dovete imparare a riconoscerli e a decifrarli.
" Omraam Mikhaël Aïvanhov

Leggi tutto l'articolo