Serie A: Inter - Napoli

L'INTER IN FUGA Sbaragliato il NapoliL’Inter è in fuga e migliora la sua classifica di 2 punti rispetto all’anno scorso.
La partita contro il Napoli si conclude con un 2 – 1 con un’incredibile doppietta di Cruz.
Le due squadre sono nettamente differenti ed il dinosauro Inter divora la squadra di Reja.
La difesa napoletana crolla, concentrandosi solo su Ibrahimovich cha anche questa volta dimostra il suo attaccamento alla maglia giocando per la squadra e dimostrando che l’individualità è un merito aggiunto se messa al servizio della squadra.
Tutti i centrocampisti nerazzurri sembrano divertirsi, Figo su tutti, ma poi è un attaccante, l’Ibra di Riace, o forse di Mancio, che al 20’ prende palla per servire Cruz lasciato solo a fare una scampagnata nell’area di rigore avversaria, un Cruz che va al tiro e segna.
Il Napoli sembra ipnotizzato e disorientato da un Meazza più nerazzurro che napoletano.
Solo Lavezzi ed Hamsik fanno capolino ogni tanto in area nemica, ma non concludono.
L’Inter invece trova tanti punti morti nella difesa del Napoli e cerca di sfruttarli al meglio! Ma al 36’ è sempre Cruz a tenere palla e firma la sua doppietta grazie ad un assist perfetto di Stankovic.
Iezzo può solo guardare la palla entrare in rete per la seconda volta.
Al 39’ Cruz potrebbe chiudere i giochi, ma manda a lato.
Al 42’ ci prova Ibra, ma Iezzo è pronto, almeno stavolta, è manda il bolide sopra la traversa.
Alla ripresa il copione è lo stesso.
Il Napoli abbattuto tenta di contenere l’Inter.
Maxwell entra al posto di Chivu e Suazo al posto di Cruz e manca il gol all’81’.
L’unico gol napoletano arriva da Sosa entrato al posto di Zalayeta, invisibile, che nei minuti finali insacca la porta di Julio Cesar.
Buona l’Inter ed onore al Napoli che se l’è giocata, male ma se l’è giocata.
Mancini affermerà nel post-partita: "Abbiamo iniziato così così perchè loro erano disposti bene in campo, poi abbiamo preso il possesso del gioco e alzato il baricentro della squadra.
A quel punto abbiamo creato tante occasioni e avremmo potuto fare anche più reti nel primo tempo.
Però dobbiamo cercare di chiudere le partite.
In ogni caso abbiamo giocato bene e ci sono state delle giocate bellissime.
Per non rischiare nulla, come ho già detto, dobbiamo sfruttare le tante occasioni che creiamo.
Era importante essere messi bene in classifica alla sosta del campionato.
Ora lo siamo nonostante tutti i problemi di infortuni e squalifiche che abbiamo avuto, sicuramente questo è un vantaggio in più.
Ora possiamo [...]

Leggi tutto l'articolo