Sesso negato a disabili in film di Coda

(ANSA) – CAGLIARI, 18 DIC – Mark e Andrew sono due ragazzi colpiti da una grave disabilità.
Quando si incontrano esplode tra loro un’attrazione e un amore reciproco tanto profondo quanto impossibile da realizzare.
Perché non si possono praticamente muovere ed entrare in una qualsiasi forma di intimità.
La soluzione? Emozioni e sentimenti affidati a due personaggi di fantasia.
Con l’amore che diventa virtuale- visionario- onirico.
Ma non è una sconfitta: è un punto di partenza.
Il rapporto tra amore e disabilità è il tema di fondo di Mark’s Diary, il nuovo film del regista sardo Giovanni Coda.
Una coproduzione italo-inglese con l’Università di Derby che si affianca all’associazione Labor.
L’opera sarà presentata ad Amsterdam in anteprima internazionale nell’ambito del New Renaissance Film Festival: nel pre festival si è già aggiudicata la sezione “Film of the week” mentre a Napoli ha conquistato il premio per il miglior film all’Omovies Film Festival.