Settimana intensa

La squadra chiamata a partecipazioni importantiSarà un settimana intesa per il Team Meca – Stefanese – Acet bike, impegnato nella partecipazione di gare regionali ed internazionali.
Il Giro di Malta – partito oggi (giovedì 18 marzo) con un cronometro di 33 Km – ha messo in mostra le potenzialità di Francesco Pizzo.
Il corridore siracusano, targato Team Meca – Stefanese – Acet bike – ha volato, vincendo la prova con il tempo di 45’28”, lasciandosi alle proprie spalle il pesarese Walter Basili e lo spagnolo Eneko Fernandez, ambedue hanno accusato un ritardo superiore ai 2’.
Domenica 21, anche gli atleti del triathlon avranno modo di inaugurare la propria stagione, partecipando al 5° Duathlon sprint di Buseto Palizzolo.
La gara sarà valevole come prova di campionato regionale assoluto.
Le speranze per il Team, sono riposte su atleti di comprovata esperienza come Vincenzo Dolce e Cono Favazzi Mollica.
Curiosità per vedere all’opera Arianna Favazzi Mollica, Santo Neri e Sirugo Fabio, nuovi arrivati in casa verde-arancione.
La presenza del Team sarà garantita anche a San Vito lo Capo, dove domenica 21 si disputerà una gara amatoriale organizzata dalla Cycling Trapani.
L’invito arrivato in casa verde-arancione è di quelli a cui non si poteva dire di no: la Parkpree, sponsor tecnico del Team Meca – Stefanese – Acet bike, ha voluto fortemente la presenza alla manifestazione dei corridori del Team.
Faranno parte della spedizione trapanese: Luca Gullotta, Carmelo Aiello, Salvatore Famà, Roberto Minacapelli, Daniele Milone, Rosario Condipodaro, Alfio Di Mari, Dario Biondo, Lucia Asero e Salvatore Iozza.
Sempre domenica 21 altro impegno, stavolta in provincia di Messina e precisamente a Fondachello Valdina, per la partecipazione al Memorial Francesco Costa e Santino Custode.
Onoreremo al meglio tutti gli impegni alla quale siamo chiamati – ha detto il team manager della società Giovanni Munafò – Le partecipazioni che spaziano da Malta a Trapani a Messna e l’impegno del triathlon, dimostrano la nostra duttilità, confermando in maniera netta la nostra filosofia sportiva di far ciclismo in maniera seria e propagandistica, doti ampiamente apprezzate dai nostri sponsor e dai nostri tifosi.

Leggi tutto l'articolo