Sfoghi - Belen mania ed il cervello vuoto degli italiani

La cronaca rosa, il “pettegolezzo” o gossip che lo si voglia chiamare, senza dubbio fa notizia da sempre.
Fa parte della natura umana essere curiosi, un po’ impiccioni, a tutti, chi più e chi meno, capita di leggere i giornali di gossip o articoli nel web che parlano di vip nostrani o stranieri, o anche semplicemente di sbirciare i profili altrui sull’ormai famosissimo e chiacchieratissimo social network, Facebook.
Ed in fondo, non ci sarebbe neanche nulla di male nell’essere un po’ frivoli e spensierati e leggere di notizie fondamentalmente inutili alla nostra esistenza, giusto così per passare un po’ di tempo.
La questione preoccupante e che più mi urta è che ogni giorno navigando sul web, guardando la tv o leggendo i giornali ciò che dovrebbe essere un passatempo di alcuni diventa la “notizia vera” mentre si lasciano passare in secondo piano le “notizie serie”, quello sui cui ognuno di noi dovrebbe realmente leggere e tenersi costantemente informato.
Cosa ci entra in tasca nel sapere se Belen Rodriguez sia o meno fidanzata con Stefano de Martino, stia aspettando un presunto bambino o si sia fatta un nuovo tatuaggio? Per quanto mi riguarda potrebbe anche essere figlia di un alieno, a me poco interessa.
Perché si preferisce dare importanza ad una ragazza come tante che ha semplicemente più visibilità di alcune a causa del suo lavoro e del suo essere diventata “famosa” grazie alla tv, invece che parlare di argomenti interessanti, per lo meno costruttivi e realmente di informazione? Perché devono tappezzarci di notizie-inutili-spazzatura quando in Italia abbiamo problemi molto più gravi e pesanti della farfallina di Belen? Mi stupisce il modo in cui alcuni giornalisti o telegiornali italiani si occupino di queste notizie e non sappiano più minimamente fare il loro lavoro, ma altrettanto mi stupisce chi continua a leggere e dare rilevanza a tali “notizie”.
È come se il cervello di alcune persone, soprattutto fra i giovani, si fosse completamente intorpidito, addormentato e non volesse assorbire nient’altro che sciocchezze.
Beh, ragazzi o belli addormentati, svegliatevi!

Leggi tutto l'articolo