Sgarbi sindaco di Salemi, Sicilia. Perché?

Vittorio Sgarbi è il nuovo sindaco di Salemi, centro agricolo in provincia di Trapani.
E' stato eletto al ballottaggio con il 60,69% dei consensi (3.791 voti) contro il 39,31% del suo avversario Alberto Scuderi, sostenuto dal Pd e dalla lista Primavera Siciliana.
L'ex assessore alla Cultura del Comune di Milano era appoggiato da Dc, Udc e da una lista civica.
Oltre ad essere un centro agricolo, le guide turistiche descrivono Salemi  come un centro con tradizioni particolari, specialmente per la festa di S.
Giuseppe il 19 marzo, quando - dicono - si preparano i cosiddetti "Altari di pane" (creazioni artistiche e forme di tutti i tipi, eseguiti con farina di pane e infornati) che attraggono un certo numero di visitatori.
Come molti ci chiediamo: "Perché Sgarbi sindaco a Salemi?" E' una domanda amletica, dalla risposta difficile.
Forse è più facile indovinare chi ha vinto i biglietti dell'ultima Lotteria Italia del gennaio scorso.
Risulta ancora più strano quando è notorio l'assenteismo dalle cariche pubbliche e dalle responsabilità cittadine di Sgarbi, tranne quando è possibile polemizzare e guerreggiare (almeno a parole).
Sgarbi eletto sindaco di un centro abbastanza sperduto della Sicilia occidentale dà la cifra esatta della politica e della rappresentanza che gli elettori vogliono: il nulla.
Ora capiamo perché l'Italia è un paese in profonda crisi.

Leggi tutto l'articolo