Si muore tutti democristiani da il cinematografo

Il terzo segreto di satira dimentica YouTube e si adatta al cinema: piacevole, solida, pensante, un'ironica commedia a sfondo sociale3 novembre 2017    L’eccezione che (non) invalida la regola.
Abbiamo detto, cattivi ultimi i The Jackal con l’esordio Addio fottuti musi verdi, che gli youtuber al cinema devono essere vietati per legge, eppure, dobbiamo parzialmente ricrederci.
Il terzo segreto di satira sbarca sul grande schermo, e non è una cattiva notizia: Si muore tutti democristiani non delude.
Per due motivi fondamentali: già i loro video hanno un minimo di drammaturgia, un tot di ariosità narrativa, poi, ed è il punto saliente, questo è un film-film, ovvero ha una sceneggiatura, vergata dal collettivo con l’esperto Ugo Chiti.
Nel senso, non dobbiamo ricrederci noi, si son ricreduti loro: il cinema è altra cosa, e bisogna fare un’altra cosa, non esportare i clippini e suturare col montaggio.Di che parla? Con più di qualche spunto autobiografico, di tre videomaker (Marco Ripoldi, M...

Leggi tutto l'articolo