Si prende sempre il peggio

Non ci scegliamo i genitori e di conseguenza nemmeno il patrimonio genetico che lasciano in eredità. 
E siccome la sfiga esiste si tende ad ereditare il peggio.
Tra una mamma praticamente senza peli sulle gambe e un papà scimmione ovviamente mi ritrovo a somigliare allo yeti. 
Tra i capelli spessi, folti, di quelli che tengono la piega e i classici quattro spaghetti fini e ingestibili... indovinate un po’ cosa mi ritrovo in testa?
Dal babbo ho preso la deviazione del setto nasale, così russo e respiro male. Sono allergica al polline come lui e quando siamo stressati ci riempiamo di macchie sulla pelle trasformandoci in versioni antropomorfe della Pimpa. 
Sempre a “causa” sua mi ritrovo con l’arco plantare più alto del normale. E poco conta che ci abbiano detto che abbiamo i piedi fatti per saltare... perché saremo anche dei grilli ma poi ci becchiamo dei crampi ai polpacci che fanno ululare. 
Di mamma avrei voluto le lentiggini, che ovviamente non ho. 
Anzi a essere onesta ho pr...

Leggi tutto l'articolo