Siamo alla follia. Ora Salvini incolpa Renzi per le sue coliche

Matteo Salvini è l'uomo che si è inventato la gogna social per i dissidenti, sposti a minacce di morte e abusi per aver osato contestare la sua propaganda.
È quello dei "sinistronzi", delle "zecche rosse" e della cittadinanza da cui deriverebbe un presunto diritto alla sopraffazione di chi è vittima di abusi e guerre.
Eppure oggi fa la vittima, piagnucolando che lui non non può reggere la fatica di un confronto televisivo dato che che lui preferisce i monologhi gestiti da fedelissimi che gli servano opportunità con cui ripetere a pappagallo quegli slogan che si è fatto scrivere dal Morrisi.
Sostenendo di essere stato colpito da delle coliche renali, il leader padano ha iniziato a starnazzare che sia stata tutta colpa di Renzi: «Lui ha insultato per un’ora -ha sbraitato durante il suo comizio di oggi- e quindi non so se il fisico alla fine ha reagito a questi insulti, però andiamo avanti.
A me non pagano per litigare ma per pensare ai problemi degli italiani e per dimostrare che la Le...

Leggi tutto l'articolo