Sicurezza,Regione Marche valuta ricorso

(ANSA) – ANCONA, 8 GEN – “Ho già dato mandato agli uffici competenti di verificare i requisiti per il ricorso alla Corte costituzionale sul decreto sicurezza.
Ma è certo che nelle Marche sarà garantita a tutti l’assistenza sanitaria”.
Lo ha detto il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli.
“L’articolo 32 Cost.
– ha aggiunto – è per noi un faro.
La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana”.
“Indipendentemente dai profili di possibile incostituzionalità della norma per la nostra amministrazione questo è un tema di diritti universali, rispetto per le persone, società giusta, dignità degli individui, pari opportunità”.
Una mozione per impegnare la giunta e il presidente al ricorso e a garantire l’assistenza è stata firmata dal presidente del Consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo, dai capigruppo di maggioranza Fabio Urbinati (Pd), Gianluca Busilacchi (Art.1 – Mdp), Boris Rapa (Uniti per le Marche) e Luca Marconi (Udc) e dal vice capogruppo del Pd Francesco Micucci.