Sicurezza, a San Salvo pattugliamenti di vigilantes armati

Attualità 01-08-2012 COMUNE Sicurezza, a San Salvo pattugliamenti di vigilantes armati SAN SALVO - San Salvo dice sì alla vigilanza armata svolta da volontari autorizzati.
I vigilantes pattuglieranno la città giorno e notte per aiutare le forze dell'ordine a prevenire furti, vandalismo e danni all'ambiente.
Lo ha deciso l'amministrazione comunale.
"La sicurezza è un tema fondamentale, è la base per costruire i propri progetti", afferma il sindaco, Tiziana Magnacca.
"Auspico un maggiore raccordo tra le forze dell’ordine, nonché con i sindaci delle città vicine, per creare un coordinamento più ampio sul territorio.
Di certo è un segnale positivo l’arrivo di altri tre carabinieri presso la stazione di San Salvo, mentre la Giunta ha già approvato le convenzioni per l’utilizzazione delle associazioni volontarie autorizzate, per il controllo ambientale e del territorio.
Attraverso l’ausilio dei volontari che pattuglieranno giorno e notte la città, potremo migliorare l’opera di vigilanza, prevenzione e repressione di quei comportamenti che offendono la civile convivenza".
Furti - Dall'inizio dell'estate i furti nelle case e nelle attività commerciali tolgono il sonno a molti cittadini.
Un bar, l'Insomnia, è stato svaligiato tre volte in un mese e ora è chiuso dopo aver dubito un danno da 15mila euro.
Di fianco a quel locale, in via Grasceta, la notte scorsa i ladri si sono lanciati con l'auto, una Toyota Yaris, contro la vetrina della gelateria Giallolampone, dove il guaio peggiore che hanno causato non è il bottino, un centinaio di euro, ma il danno, dieci volte tanto.
Episodi emblematici di un periodo in cui il numero dei furti aumenta in modo inversamente proporzionale al diminuire dei soldi che i cittadini hanno in tasca.
Danni ambientali - "L'abbandono di rifiuti è una piaga", dice il sindaco.
"L'immondizia viene gettata dappertutto, con un danno incalcolabile per l'ambiente.
Dobbiamo combattere questo degrado".
Vasto - Anche a Vasto si discute da anni delle ronde.
A rilanciare nei mesi scorsi la proposta di istituire i volontari della sicurezza è stato Marco di Michele Marisi (Pdl).
Sulla stessa posizione Massimo Desiati (Progetto per Vasto), che aveva inserito il servizio ausiliario nel suo programma elettorale di candidato sindaco alle elezioni 2011.
Il primo cittadino, Luciano Lapenna, li ha invitati a costituire un'associazione e a farsi autorizzare dal prefetto di Chieti, Fulvio Rocco De Marinis.
Da destra si sono levate polemiche: l'opposizione sostiene che il via libera alle ronde è di [...]

Leggi tutto l'articolo