Sindacati, non liberalizzare subappalti

(ANSA) – ROMA, 16 MAR – No alla liberalizzazione del subappalto e al dumping contrattuale per i lavoratori delle costruzioni.
E no al ritorno del general contractor.
Su questi fronti c’è l’altolà dei sindacati, in vista del tavolo tecnico sullo ‘sblocca cantieri’ convocato per lunedì 18 marzo al ministero delle Infrastrutture, prima che il provvedimento arrivi in Consiglio dei ministri mercoledì 20 marzo.
Dopo lo sciopero e la manifestazione nazionale di ieri a piazza del Popolo, indetti da Fillea-Cgil, Filca-Cisl e Feneal-Uil, e l’incontro a Palazzo Chigi, i sindacati rilanciano la propria posizione e chiedono chiarezza, auspicando un “confronto costruttivo e concreto”.