Singletudine

Ho trascorso la domenica al mare, sola con un caro amico.
Sono passata a prenderlo a casa perchè mi piace vivere questo ruolo: preferisco essere autonoma  piuttosto che aspettare un ritardatario sotto il portone di casa mia, con tanto di infradito ai piedi , gonnellina e sacca in spalla.
Gli avevo dato l' "ultimatum" : non avrei atteso un secondo di più dopo lo squillo annunciatore del mio arrivo.
E così è stato.
Abbiamo spiccato il volo sulle strade affollate che conducono lungo il litorale della Città.
Abbiamo parlato, riso , scherzato e cantato.
Ci siamo fatti le più intime confidenze e ci siamo vicendevolmente consigliati su qualche decisione importante da prendere.
E’ fantastico trascorrere del tempo con un uomo che è per te un amico, "solo" un vero amico.
Nel sentirgli raccontare le varie vicende amorose mi sono divertita, sulle note della sua voce, a stare dalla parte delle donne, di quelle da lui  accuratamente descritte nei suoi sfoghi: di quelle che non lo fanno dormire la notte, di quelle che lo stressano e di conseguenza allontanano, di quelle con cui si diverte, di quelle con cui si annoia, di quelle che ama e di quelle che odia.
Ah… quanto possono essere donnaioli questi uomini!!! Ma quanto possiamo imparare dai loro racconti e dalla loro frequentazione!? Se sei dolce… spesso sei assillante e moscia.
Se sei risoluta e sveglia puoi sembrare aggressiva.
Se sei brava e buona sei fessa.
Dai discorsi degli uomini puoi conoscere la percezione che loro stessi hanno di noi femmine, e quindi di te come femmina.
E riesci ad aprire gli occhi sul perché dei loro comportamenti e delle loro risposte.
Se l’uomo ti coinvolge e travolge tante cose non è possibile capirle, si guarda solo verso una direzione, e si vede solo quello che interessa vedere.
Domenica mi sono immersa in un mondo totalmente maschile, mi sono liberata di tante curiosità, ho scoperto tanti miei punti deboli ma anche tanti miei punti di forza nel mio rapporto col sesso forte, grazie ai racconti del mio amico maschio.
Sono soddisfatta di essere arrivata fin qui ed in questo modo, non rimpiango nulla del mio passato da "compagna" e oggi più che mai mi rendo conto che dai propri errori nella vita di coppia si può solo che imparare.
Al tramonto del sole ho salutato il mio amico, dopo averlo accompagnato a fare spesa di “sopravvivenza” , da lui cosi definita, in un supermercato.
Gli ho raccontato quello che avrei fatto in serata… lui mi ha risposto che non aveva programmi, vive solo e non deve né vuole rendere conto a nessuno [...]

Leggi tutto l'articolo