Siria: Russia, creare corridoi umanitari

(ANSA) – MOSCA, 16 FEB – In Siria la Russia e il governo di Damasco intendono creare due “corridoi umanitari” al confine con la zona di Al-Tanf, controllata dagli Usa, per consentire ai profughi che lo desiderino di lasciare il campo di Rukban.
Lo riferisce l’agenzia Interfax citando un comunicato congiunto delle autorità russe e siriane secondo cui i due corridoi saranno aperti la mattina del 19 febbraio e passeranno da Jleb e Jabal al-Ghurab.
Stando al documento concordato dal capo del Centro russo di Controllo della Difesa nazionale, Mikhail Mizintsev, e dal ministro siriano per le Amministrazioni locali e l’Ambiente, Hussein Makhlouf, “i punti di controllo, con il compito di ricevere gli sfollati interni che lasciano il campo di Rukban e di fornire loro l’assistenza necessaria, inizieranno il loro lavoro, per 24 ore al giorno sette giorni su sette, alle 9 del mattino del 19 febbraio”.