Situazione Fiume Metauro, interrogazione di Giancarlo D'Anna

 Al PresidenteAssemblea Legislativa delle Marche   INTERROGAZIONEdel Consigliere Regionale Giancarlo D’Anna Oggetto: situazione Fiume MetauroIl sottoscritto Giancarlo D'Anna, Consigliere regionale e Vice Presidente Commissione Sanità delle MarchePREMESSOche il fiume Metauro ha un percorso di circa Km 121 e un’estensione del bacino imbrifero di Kmq 1.325, il più vasto delle Marche; che nell’ambito del suo bacino sono presenti 3 invasi: diga del Furlo (fiume Candigliano), diga di S.Lazzaro (fiume Metauro) e diga di Tavernelle  (fiume Metauro); che il suo corso ha un regime torrentizio di tipo appenninico che risente delle piogge stagionali e che, grazie agli apporti degli affluenti Burano e Candigliano (compresi i loro bacini) , la sua portata massima teorica in prossimità della foce è di 2.063 mc/sec.  CONSIDERATO  che ormai da tempo si evidenziano gravi stati di inquinamento del fiume Metauro, in particolare nei tratti in prossimità di Urbania e Fermignano.
Infatti, con sempre maggiore frequenza ed in particolare nei mesi estivi quando la portata del fiume si riduce, vengono segnalati fenomeni di intorbidamento delle acque, presenza di schiume, esalazioni maleodoranti e morie della fauna ittica e anfibia ormai pressoché scomparsa (ultimo grave episodio in ordine di tempo  l’8 agosto 2012 a valle del depuratore in località Isola di Urbania); che la responsabilità dello stato di degrado del corso d’acqua è senza meno attribuibile al malfunzionamento e in alcuni casi alla totale assenza di depuratori per le acque reflue fognarie che riversano il loro carico inquinante nel fiume; che in particolare insistono sul tratto di fiume maggiormente inquinato gli scarichi dei seguenti impianti di depurazione, quasi tutti gestiti da Marche Multiservizi SPA con sede a Pesaro in via dei Canonici 144: depuratore di Lamoli, depuratore di Borgopace, depuratore di Mercatello sul Metauro, depuratore di S’Angelo in Vado, depuratore di Peglio, depuratore di Urbania loc.
Isola, depuratore di Urbania Mattatoio Comunale, depuratore di Fermignano, depuratore  di Cagli (fiume Burano); che  a seguito di una serie di prelievi delle acque a valle degli impianti sopraelencati e successive analisi effettuate da tecnici appartenenti al Gruppo Progetto Acqua di Urbania con strumentazioni professionali, sono state rilevate percentuali di inquinanti oltre i limiti fissati dalla vigente normativa, in particolare per quanto riguarda l’ammoniaca oggetto di numerosi superamenti della soglia limite;   che  la situazione [...]

Leggi tutto l'articolo