Smart grids, le reti elettriche del futuro

Dopo la notizia della della premiazione dell'enel da parte dello "spiegel", per la sua smart grids, sento il dovere di darvi qualche spiegazione in più su queste nuove reti di distribuzione.
Di seguito riporto un brano tratto dalla mia pubblicazione "Energie rinnovabili, città, architettura.
Il futuro nella pianificazione", dove spiego il funzionamento di queste nuove reti.Smart-Grids, le reti intelligenti Le reti di distribuzione del futuro saranno sempre più impiegate per soddisfare i bisogni d'energia dei consumatori.
Queste saranno sempre più flessibili, economiche ed affidabili, inoltre permetteranno di usufruire dei benefici dati dalla liberalizzazione.
Una moderna "smart-grids" sarà una rete capace di gestire il surplus d'energia di una data zona e indirizzarlo verso le aree che ne hanno carenza, tutto questo in modo dinamico ed in tempo reale.
Si tratta insomma di applicare le funzioni di una rete informatica come quella d'internet o meglio dei programmi peer to peer ad una rete di distribuzione elettrica.
Una rete interattiva intelligente è costituita da una cosiddetta minigrid che consente a chiunque, dai titolari d'utenze domestiche alle piccole e medie imprese, fino alle aziende di più grandi dimensioni, di produrre localmente energia rinnovabile e di utilizzarla per le proprie esigenze al di fuori della rete d'erogazione elettrica.
Nello stesso tempo, grazie ai nuovi contatori intelligenti, il flusso d'elettricità può avvenire in modo bidirezionale, ossia i produttori locali potranno, seguendo i loro bisogni d'energia, attingere corrente elettrica dalla rete principale o rivendere l'energia auto prodotta all'ente erogatore.
La 'smart grid technology', o tecnologia di rete intelligente, è basata su l'utilizzo di sensori chip e centraline elettroniche che mettono in collegamento tutte le utenze elettriche, il software di gestione della rete consente in ogni istante di disporre dei dati d'energia prodotta ed utilizzata in qualsiasi punto della rete, inoltre gestisce la capacità d'interconnessione della rete per orientare e dirigere i flussi energetici a seconda dei momenti di maggiore o minore consumo.
La caratteristica principale delle smart-grids sarà quella di coordinare e gestire le migliaia d'accessi alla rete, siano questi per la sola richiesta, per la sola produzione o per entrambi i servizi.
In una rete elettrica si possono individuare tre segmenti: generazione, distribuzione dal punto di generazione a punto di utilizzo ed impiego finale.
Le future reti dovranno essere sempre più dinamiche [...]

Leggi tutto l'articolo