Sogni dal porto

  Sogni dal porto,  28 Agosto 2007             Ulisse scalpita, e la sirena bloccata sul letto di un fiume, è un cerchio di pietra nei suoi sogni di gioia.
Distrugge gli occhi e il suo amore pirata con muri di cinta per domande e paure,   ricucendo la pelle di un ben triste pallore per il sangue sommerso che è lei sola a volere.
  Perché volare sopra un'onda affilata di chimere è il desiderio per cui scalpita il suo centauro senza ciurma.
  E quando tuona le sue frecce   di metallo  contro il mare, non le sorride più carezze morbide, sottocoperta dentro al cuore.
  Inumidita di sabbia, la sirena bloccata  si scava una fossa,   e mutate le ali di scaglie in coriandoli, gliene fa dono in una coppa di pianto.
Perché cantando i rimpianti  fondati nel sale   alle onde e ai capelli  la sirena ha intrecciato   l'eco indolente per un eroe senza porti   e quello più lungo,  del suo distacco dal mare…     LIBERE ASSOCIAZIONI E DIVAGAZIONI ESTETICHE by Elettrika Psike is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
        L'immagine utilizzata per il post è La sirena e il pesce di M.
Chagall        

Leggi tutto l'articolo