Soldati

Altri tre soldati italiani sono morti in Irak.
E' triste vederli tornare nelle bare ed è triste pensare alle famiglie di quegli uomini, al loro dolore.
E' sempre triste la morte e sempre lascia senza parole.
Quasi sempre coglie tutti di sorpresa, la morte, ma non in questo caso.
Non sorprende, infatti, che in una guerra ci siano dei morti: questi morti, come i precedenti, erano previsti statisticamente, erano stati messi in conto nel costo della partecipazione alla guerra, erano un rischio (cinicamente) calcolato per chi li ha mandati a morire.
E' stato deciso di mandare i nostri soldati in una guerra che per l'Italia non solo è sbagliata ma anche illegale (vedi: Costituzione italiana art.
11) ben sapendo che in guerra si muore e si uccide.
Si sono mandati i nostri soldati a morire e ad uccidere.
Il nostro paese si è reso complice di una guerra di aggressione, di invasione, di occupazione, di menzogne, di massacri, di torture, di abusi e crimini di ogni tipo.
Chi ne paga le conseguenze...

Leggi tutto l'articolo