Solo lo stupore conosce (Intervista con Bartolomeo I)

http://www.30giorni.it/it/articolo.asp?id=13761 Maggio 1999   ECUMENISMO Solo lo stupore conosce (Paolo a Damasco) «Il Signore ha rassicurato i Suoi discepoli, e tramite loro anche noi, che sarà con noi tutti i giorni, fino alla fine del secolo.
Questo rende possibile l’incontro con Lui, e ogni incontro con il Signore provoca lo stupore e la conoscenza».
Sua Santità Bartolomeo I, Patriarca ecumenico di Costantinopoli, spiega e commenta per 30Giorni la frase di Gregorio di Nissa recentemente riproposta da monsignor Luigi Giussani Intervista con Bartolomeo I, Patriarca di Costantinopoli di Gianni Valente       «Non l’opera della persuasione, ma qualcosa di veramente grande è il cristianesimo… Il nostro Dio Gesù Cristo, ora che è tornato al Padre, si manifesta di più.
Dinanzi alle persecuzioni del mondo il cristianesimo non si sostiene con le parole dell’umana sapienza, ma con la forza di Dio».
Così scriveva all’inizio del II secolo cristiano sant’Ignazio di Antiochia, il padre della Chiesa che più degli altri testimonia uno sguardo stupito di bambino.
      La certezza della fede fiorisce dallo stupore di fronte a una presenza nella carne.
Basta guardare i Vangeli: dai pastori alla culla di Betlemme, fino agli angeli che accolgono il Signore risorto nel suo vero corpo quando ascende al Cielo.
      Oggi, in tutta la Chiesa, questo tratto distintivo della fede di chi porta il nome cristiano sembra perduto.
Tutto si concepisce e si organizza come se la certezza cristiana fosse conseguenza di una riflessione, di un discorso persuasivo.
E tutta la Chiesa, come registrava il poeta Charles Péguy già all’inizio di questo secolo, sembra diventata un’immensa istituzione pedagogica per insegnare agli uomini alcune verità.
      In questa situazione si può trovare conforto anche volgendo lo sguardo a quei fratelli della Chiesa ortodossa che nella fedeltà alla Tradizione hanno custodito, nelle loro liturgie, quella percezione dell’azione sorprendente della grazia che è inizio e sorgente di ogni passo della fede e della vita cristiana.
      Per questo 30Giorni ha interpellato Bartolomeo I, Patriarca ecumenico di Costantinopoli, massima autorità della comunione delle Chiese ortodosse.
      «I concetti creano gli idoli.
Solo lo stupore conosce».
Vorremmo che Sua Santità spiegasse e commentasse questa bella frase di san Gregorio di Nissa, recentemente riproposta anche da monsignor Luigi Giussani.
      BARTOLOMEO I: Prima di dare una qualsiasi risposta bisogna [...]

Leggi tutto l'articolo