Sosia di Corona: 'Sono disperato mi ferma sempre la polizia'

Massimiliano Gangemi racconta le sue difficoltà nell'essere sosia di Fabrizio Corona: "La maglietta NON SONO CORONA nasce da un momento di estrema ribellione.
Ero veramente sfiancato dalle angherie che subivo alla macchina rigata agli insulti della gente.
La nostra somiglianza è incredibile, immaginati come mi guardava la gente quando Fabrizio era ricercato dall'Interpol.
" Io sono un consulente finanziario da tanti anni e non ho mai avuto approcci con il mondo dello spettacolo; il problema della nostra somiglianza nasce quando Corona si è tagliato capelli si è fatto crescere la barba.
Da quel giorno ho perso la mia tranquillità.
Quando un mese fa era latitante, credimi, mi sono tappato in casa per gli sguardi increduli della gente; mi ha perfino fermato una pattuglia e mi ha chiesto i documenti, io ho risposto “Non sono lui, non ho nemmeno i tatuaggi”.."

Leggi tutto l'articolo