Sospetti: e se l'uragano Sandy fosse stato creato artificialmente o manipolato ad arte? La frontiera della Geoingegneria Climatica

Strane voci girano sul conto di Sandy, l'uragano definito "frankestorm" che ha spazzato gli Stati Uniti alcuni giorni fa.
Secondo alcuni "maestri del sospetto" ci sarebbero alcuni indizi che proverebbero un intervento umano sul quella che è stata valutata come una delle tempeste più potenti di sempre.Come ci hanno spiegato gli specialisti, Sandy è il risultato dell'unione di una perturbazione generatasi nell'Oceano Atlantico e di una forte immissione di aria polare.
Il mix esplosivo ha generato i danni che tutti abbiamo visto.
E' possibile che qualcuno abbia "aiutato" la tempesta tropicale ad incontrarsi con il vento polare?Nelle immagini del satellite MIMIC, apparirebbe in maniera abbastanza chiara che la tempesta tropicale voglia continuare il suo viaggio sulla rotta Nord-Est.
Eppure, tra il 27 e il 28 ottobre 2012, una strana striscia energetica (in alto a destra) sembra ostacolare il naturale percorso della tempesta, tanto da cominciare a spingerla verso Ovest, direttamente sulle coste degli Stati Uniti, in particolare su New York.La strana striscia che compare nelle immagini, dipinta di rosso a causa della sua alta temperatura, sparisce quasi improvvisamente, dando l'impressione di uno "spegnimento".Secondo la testimonianza di un utente di youtube, Watershed44, durante la comparsa della striscia energetica, era possibile ascoltare con una Radio ad Onde Corte un particolarissimo rumore di fondo che sembravano essere la firma di una qualche emissione energetica particolarmente intensa.
Naturalmente, il fatto che questa striscia energetica possa aver influito sull'andamento di Sandy è tutto da discutere.
Ma l'uomo è veramente in grado di manipolare e influenzare il clima terrestre? E perchè mai dovrebbe farlo? Il famigerato sistema HAARPHaarp è un programma di ricerca nato per studiare le proprietà della ionosfera e le avanzate tecnologie nelle comunicazioni radio applicabili nel campo della difesa.
Il termine HAARP indica l'acronimo di High-frequency Active Auroral Research Project: Programma di Ricerca Aurorale Attivo ad Alta frequenza.
E' un progetto del Dipartimento della Difesa Statunitense (DoD), coordinato dalla Marina e dall'Aviazione e considerato il nucleo del programma "Guerre Stellari" avviato sotto le amministrazioni Regan–Bush negli anni '80.HAARP ha sede a Gakona, Alaska, ed è costituito fondamentalmente da 180 piloni di alluminio alti 22 metri.
Su ogni pilone sono state installate doppie antenne a dipoli incrociati, una coppia per la banda bassa l'altra per la banda alta, in grado di [...]

Leggi tutto l'articolo