Sostanza dell'essere,Stanze di vento

  Stanze di vento La mia bocca al tuo cuore offre voci d'epoche della mia vita, faro nel mar delle nebbie svela corolle di tenebre.
Rifulgi sui silenzi come goccia di rugiada dall'alba generata, fragore d'un sol nascente ch'entra in stanze di vento, linea azzurra ch'ogni parete infrange.
anima_on_line    Sostanza dell'essere Col tuo sguardo d'amore voglioso sfiori i miei profili di donna Sono infiniti e ti senti smarrito: l'oltre t'è segreto Invochi il mio nome, nel fremere dei corpi, perché sia io stessa a guidarti ad indicarti la strada per giungere a me È una meta di coraggio quel viaggio che non ha memoria, che non ha passo Più confortevole fermarsi alla pelle che violare quell'immenso per coglierne il senso con la sostanza dell'essere virgola_df     Un mormorio, un fremito, un sottile filo di odore in me si fa memoria di noi.
Audace come bacio sulla bocca ogni stilla del nostro tempo m'imperla di gemiti da sogno E lì, nell'estasi che l'anima schiude, neppure il pensiero più osa.
LunaAsyatica   Nel mio funambolo pensiero ninfe sulle rive, ciglia sognate, ali divaricate fremono vestite di margherite con piedi d'argilla...
passi nudi nella spiaggia del tempo.
o3radovicka     Non resta che il vagare tra sentieri che sortilegio ha disegnato per muover passi...
migrante pensiero ricerca terra ove germogliante vita rinasca dai suoi sconquassi.
savino.metta  

Leggi tutto l'articolo