Specchio delle mie brame

Non sono un tipo che cambia spesso l'immagine del proprio avatar.
Lo faccio solo di tanto in tanto per adeguarla meglio all'età che avanza e che non può restare sempre ferma ed immutabile.
Non sono, insomma, come quelli che modificano sovente il proprio profilo per farlo corrispondere allo stato d'animo del momento.Qualche giorno fa sono rimasto colpito dall'immagine del profilo WhatsApp di mia nipote.
L'ho ingradita ed ho visto, come in un gioco di specchi, il lungo corridoio di un palazzo, o di un museo, dove la ragazza era stata fotografata appoggiata allo stipite di un portale lasciando intravedere in distanza tanti altri passaggi così da sembrare un effetto di rimbalzi di luce piuttosto che un'inquadratura verso uno spazio più profondo.Quella posa mi ha richiamato alla mente la foto che ho scattato sul finire dello scorso anno nella toilette del museo Centrale Montemartini di Roma.
L'ho subito recuperata e l'ho inviata alla nipote per augurarle una buona dome...

Leggi tutto l'articolo