Spoiler: "Perchè Stephen Amell è un buon Freccia Verde"

ArrowOnline: Ecco perchè Stephen Amell ha tutte le carte in regola per essere Arrow.
Stephen Amell non è un “ballerino” ma ne interpreta uno nel nuovo show Arrow! L'attore 31enne nato a Toronto è il protagonista di Arrow, la nuova serie basata sui fumetti di “Freccia Verde”.
Dato che passa molto tempo a provare le varie combinazioni di calci, pugni e schivate...
ripetendole così tante volte che non sarebbe fuori posto in una pista da ballo!“E' come ballare” ci dice Stephen dagli uffici di Toronto della CTV.
Mi guida attraverso una scena del pilot che lo vede inizialmente legato ad una sedia e che finisce con lui che disarma uomini poco affidabili.
Stephen ci dice: “In quella scena ci sono almeno 14 mosse, ma quello che devi fare è imparare a farle abbastanza bene in modo da non doverti più concentrare sulla parte “coreografica” ma iniziare a concentrarti sui motivi di quella lotta.”“In questa particolare scena lo scopo della lotta è: Devo disarmare quei due uomini più in fretta possibile e usarli come scudi umani perchè quell'uomo ha una pistola! Giusto?”Giusto.
Il mio scopo principale sarebbe quello di farmela sotto, ma non lo metto in dubbio! ( oppure hai ragione!) Amell continua: "Gli attori non devono solo dire qualche parola ma devono anche metterci intensità ed emozioni e lo stesso vale nella lotta, lui si dice: devo metterci un po' di serietà qui!"Arrow, come tutte le produzioni televisive che hanno come “base” il mondo del fumetto, riesce a dare emozioni forti, dato che un super-eroe che non abbia un passato tragico alle spalle...
è molto raro!Il personaggio di Amell è Oliver Queen, un playboy figlio di un ricco industriale disonesto che trascorre 5 anni su un'isola piena di insidie, dopo il naufragio che ha portato alla morte del padre.
L'ultimo desiderio del padre era che suo figlio rimettesse ordine nella sua vita, quindi Oliver passa i suoi anni senza parlare ad una mosca ma affinando le sue arti trasformandosi in una muscolosa macchina da guerra.
E inoltre, un arciere da paura gli ha insegnato, anche se non è ancora chiaro come, a tirare con l'arco.
Oliver si è “alleato” con il suo micidiale arco e con le sue frecce verdi mentre era a Gilligan! Una volta tornato sulla terraferma - con Vancouver che sostituisce l'immaginaria Starling City - Oliver inizia a rintracciare tutti i “colletti bianchi” complici del padre e fare quella cosa da super-eroe in cui li lascia ben legati in attesa dei poliziotti che sono sempre in ritardo.L'atmosfera è sempre cupa e Oliver [...]

Leggi tutto l'articolo