St. Patrick Day

 
Sta passando qualcosa ad alta quota. Probabilmente un elicottero.
Sento il rotore fendere l’aria, lassù da qualche parte tra le stelle, ed il motore spingere ostinatamente il velivolo verso qualche destinazione lontana.
Mentre ascolto ed immagino viaggi passati e futuri, nell’aria cristallina di una sera di marzo che rapidamente si raffredda, non posso che sentirmi in pace con il mondo. Perché non c’è niente di meglio di un paio di birre - e di un buon amico con cui condividerle - per iniziare il St. Patrick Day, la festa di san Patrizio, anche se siamo in un angolo qualsiasi del pianeta a migliaia di chilometri di distanza dalle verdi colline d’Irlanda.
Ed in una serata come questa, sotto le volte muscolose e un po’ scrostate di una antica caserma austriaca, incastonata su una città romana ancora più antica, circondati da gighe vorticose di violini e luci verdi che giocano su tavoli e panche, non si può non ringraziare quella terra semplice e meravigliosa, i suoi cieli immensi...

Leggi tutto l'articolo