Star Trek: la tragedia di Anton Yelchin, per Fiat Chrysler, fu colpa dell'attore

La morte di Anton Yelchin, l'attore di origine russa morto in un incidente stradale lo scorso giugno a soli 27 anni, sarebbe semplicemente "colpa sua".
Questo la replica ufficiale del concessionario Fiat Chrysler da cui proveniva la Jeep Grand Cherokee che si ribaltò causandone il decesso, rispetto alle alla querela per omissione di soccorso presentata dai genitori di Yelchin.
Lo riferisce TMZ: il rivenditore di Valencia (California) ha negato ogni responsabilità e sostenuto che la morte del giovanissimo attore di "Star Trek" sarebbe stato il risultato di un "uso improprio, scorretto o dannoso" del mezzo, che, in folle al momento dell'accaduto, si rovesciò fino a schiacciarlo contro la cassetta delle lettere.
Benché non in modo esplicito, il concessionario insinua inoltre che Yelchin avesse apportato modifiche che avrebbero danneggiato il SUV e che i suoi familiari non abbiano conservato il veicolo esattamente come era al momento dell'incidente, compromettendo così la prova fondamentale del caso.
(cinema.fanpage.it)

Leggi tutto l'articolo