Stati Uniti, bombe contro i fautori della globalizzazione e dell'immigrazione

I pacchi bomba inviati negli Stati Uniti al magnate ungherese George Soros e agli ex presidenti americani Bill Clinton e Barack Obama potrebbero avere una regia sovranista ed essere il segnale d'allarme per i fautori della globalizzazione e dell'immigrazione di massa, interpretate da più parti come l'attuazione del famigerato Piano Kalegi.
George Soros, Bill Clinton e Barack Obama hanno infatti in comune questo: sono rappresentanti di quella sinistra internazionale che punta a costruire un Nuovo Ordine Mondiale governato da una élite finanziaria che vuole abbattere i confini nazionali per imporre il proprio dominio capitalistico sull'umanità.
Non solo, ma da più parti i tre vengono additati come sostenitori e promotori di quella immigrazione di massa che-secondo le teorie complottiste-mira a sostituire l'etnia occidentale con quella proveniente dal Terzo Mondo. Il motivo? Assicurarsi manodopera a basso costo e nuovi consumatori per l'invecchiato mercato occidentale.
Sono stati gli s...

Leggi tutto l'articolo