Stessi doveri, ma diversi diritti: è così che si guarda avanti?

Lei si chiama Greta Nnachi.
E' nata quattordici anni fa a Torino.
I suoi genitori sono di origine nigeriana.
In questi anni, oltre che ad andare a scuola in Italia e studiare la  * nostra*  lingua e la nostra  *storia*,  si è impegnata nell'atletica al punto che qualche giorno fa ha battuto il primato italiano di salto con l'asta, saltando 3.70 m stabilendo un record per la sua categoria.
Di lei si dice: "Ha le potenzialità per diventare un fenomeno" Ma il riconoscimento del suo primato è in discussione perché non ha la cittadinanza italiana.
Greta non è il primo caso.L' allora 15enne Roberta Gherca saltò addirittura 3,91 metri.  Ma era cittadina rumena, perciò  è come se non avesse saltato.
Qualche tempo fa ricorderete  senz’altro il clamore mediatico che suscitò  la storia di Ramy e Adam, i due ragazzini nati in Italia uno da  genitori magrebini e l'altro egiziani che chiamarono il 112 per dare l'allarme sul bus dirottato a Milano.
Così scriveva allora Luigi Di Maio su Fa...

Leggi tutto l'articolo