Storia di Giovanni Falcone

"Credo che ognuno di noi debba essere giudicato per ciò che ha fatto. Contano le azioni, non le parole" (Giovanni Falcone).
"Abbiamo cercato Superman, ci siamo imbattuti in un uomo per bene". Così, nel suo Prologo a questo libro, Francesco La Licata (Palermo 1947) presenta il suo amico personale, Giovanni Falcone, e poi ricostruisce- anche con le testimonianze di Anna e Maria Falcone, le sorelle di Giovanni- le vicende salienti della vita di  quel palermitano autentico, magistrato protagonista del pool antimafia e del maxiprocesso di Palermo, giudice a cui era stata data la delega per sconfiggere la mafia, e che dalla mafia è stato neutralizzato mediante l'isolamento e la delegittimazione, con accuse di protagonismo, opportunismo e smania di potere, fino all'epilogo della strage di Capaci, il 23 maggio 1992.
Rigoroso il lavoro. Umana la presentazione.
Libro che non può mancare nelle nostre librerie.
latineloqui69

Leggi tutto l'articolo