Storia di Stefania - "Cancro di segno e ...di fatto"

Stefania, 23 anni, colpita da un cancro alla tiroide, a causa delle cure radioterapiche cui è sottoposta, non può avvicinarsi per più di un mese ai suoi gemelli di 2 anni.
Questo è un dolore immenso per lei, più grande di quello della malattia.
    “Ho scritto questa autobiografia per raccontare a tutti la mia sfida contro un tumore.
Colpi bassi ne ho ricevuti, ma ho saputo rispondere a dovere.
Ho combattuto con l’unica arma che non ti fa deprimere: l’ironia.
Una volta attutito il colpo iniziale ho incominciato a cogliere il meglio da questa esperienza.
Da un lato può sembrare un controsenso, ma nella vita non si può mai dire… Vorrei aiutare tutte le madri di famiglia, che oltre a dover sopportare il peso di un tumore, si sentono colpevoli nei confronti dei propri figli: colpevoli di essere state le prescelte dalle “cellule pazze”, e colpevoli soprattutto di allontanamenti forzati a causa di terapie radioterapiche.
 

Leggi tutto l'articolo