Storia di un amore in estate

E tornata l'estate delle famiglie al mare Delle gite con gli amici e delle mangiate e sudate E ancora rimani tu, con i tuoi guai e le tue carezze Da ricordare come se fossero lingue di miele.
Ah quanto appare goffo al mondo di tintinnii eco Vedersi ancora vivo sotto una coltre di neve E sentirsi parlare di dolce amore, senza bisogno Di mostrare alla platea vogliosa, sangue e polvere E lacrime di silicone.
Questo è un vecchio amore che parla di date lontane Vicine passioni, senza immagini chiare Ma belle per le proprie immaginazioni.
E' un amore di senza soldi arricchiti E di scampoli di tempo rubati al ripetersi delle giornate della stagione E di te e di me soli Sempre a sognare.
______Severino Mario Antonelli______

Leggi tutto l'articolo