Storie de Troia e de Roma 02

Le "Storie de Troia e de Roma" sono forse la più antica fonte scritta in una lingua che con molta buona volontà può essere definita "romanesco".
Anche il valore storico delle "Storie" è alquanto discutibile.Il testo (per comodità di lettura, le note sono inserite nel testo tra due parentesi quadre, evidenziate in corsivo e in grassetto) è tratto da "La prosa del Duecento", Riccardo Ricciardi, Milano-Napoli, 1959.Storie de Troia e de RomaQuanno tulze Pari ElenaMa pertanto Priamo fece parare li navi per Pari e Deifebus, Eneas, Polidasias et altri compangi, e miserosse ne li navi, et arrivao [Il Codice d'Amburgo e il Manoscritto Riccardiano 2034 recano arrivaro] a Citer insola in Grecia.
Et in quella die se celebrava la festa de dea lunone ne lo templo de Diana et Apoline.
Elena odìo dicere ca ne lo porto era venuta una molto bella nave de Troia e ne la nave era Pari, filio...

Leggi tutto l'articolo