Stp, i vigilantes lasciano il posto

Lavoro Lunedì 14 Febbraio 2011 10:35 Stp, i vigilantes lasciano il posto Redazione_2 BRINDISI – Alla fine i quattro storici vigilantes in servizio presso l’Stp hanno preferito restare col proprio istituto di vigilanza (la Sicurpol) piuttosto che mantenere il posto e vestire la divisa della Sveviapol (istituto vincitore del bando di gara).
S’è trattato di una scelta sofferta che ha attraversato un periodo di “riflessione“ di una decina di giorni.
In tutto quel frangente l’Stp, come confermato dal direttore Maurizio Falcone, s’è spesa per trovare modalità di passaggio indolori che non scontentassero nessuno.
In realtà i giorni che hanno preceduto la decisione hanno visto i vigilantes contrapposti alla Sveviapol.
Il problema è stato rappresentato dalla presa di posizione di quest’ultimo istituto che ha, di fatto, scontentato i vigilantes.
Sin da subito gli uomini Sicurpol coordinati dal comandante Maurizio Congedi avevano lamentato il mancato rispetto della clausola occupazionale contenuta nel capitolato d’appalto.
Vi si prevedeva il mantenimento del personale in servizio (attraverso il passaggio da un istituto all’altro) e, allo stesso modo, ila conservazione dei diritti giudiziari ed economici ottenuti in tanti anni di lavoro.
«Così non è stato - spiega il comandante della Sicurpol Maurizio Congedi - ed è accaduto per via della presa di posizione della Sveviapol e della decisione dell’Stp che ha ritenuto opportuno assegnare lo stesso la gara».
I quattro vigilantes, dunque, non hanno accettato di cambiare “squadra“ in quando non disposti a rinunciare all’anzianità acquisita.
«Li terremo con noi - spiega Congedi - e ovviamente li utilizzeremo mettendo a frutto la loro preparazione e competenza.
Ma, è di questo ne siamo certi sin d’ora, per noi non finirà qui.
Vogliamo vederci chiaro in questa vicenda.

Leggi tutto l'articolo