Strategia aziendale : perdere è un'abitudine, vincere è un metodo

Le convinzioni limitanti che possono rovinare una strategia aziendale Capire, Cambiare, Innovare : pianifica il tuo successo Nello sport si ripete spesso che vincere aiuta a vincere.
E come corollario si può aggiungere che perdere aiuta a perdere.
In questa sede non ci interessa analizzare nello specifico le convinzioni limitanti e quelle abitudini che ripetiamo costantemente anche quando è oggettivamente chiaro che ostacolano la crescita della nostra attività.
Seguiremo l'approccio tipico degli sportivi per rapportarlo al mondo dell'impresa per valutare eventuali insegnamenti nella pianificazione della strategia aziendale.
Strategia aziendale Progesia E vedremo come anche anche alcuni luoghi comuni vadano sfatati.
Si dice che un vincente guarda al futuro , mentre un perdente guarda al passato ma la realtà è più complessa.
Uno sportivo di successo guarda alle proprie sconfitte con spirito critico, si sofferma per capire cosa o dove abbia sbagliato e immagazzina tali informazioni per progredire.
E' pronto ad innovare, a cambiare un gesto tecnico o a sfruttare l'ausilio di un nuovo strumento o di un'inedita metodologia di allenamento.
Sintetizzando guarda contemporaneamente al passato e al futuro e nel fare questo agisce nel presente.
Bandisce ogni strascico vittimistico perché lamentarsi equivale a stare fermi.
Confrontiamolo ora con i campioni mancati, con le promesse mai mantenute, con le speranze rimaste tali.
Uno sportivo privo della giusta mentalità non rivisita le sconfitte in modo obiettivo dando la colpa dell'insuccesso alla sfortuna, al caso, all'arbitro o a un compagno di squadra non all'altezza.
Non lavora per migliorare perchè non crede di averne bisogno.
Non guarda al passato e non guarda neppure al futuro.
Il risultato: rimane indietro e si vede sorpassare da coloro che erano partiti dietro di lui.
Riportiamo il focus sulla strategia aziendale e, in particolare, sulla pianificazione aziendale .
Chi sa gestire un'impresa sa che è fondamentale capire quale sia la situazione dell'attività per valutarne punti di forza, criticità, obiettivi e vision.
E' giusto guardare al passato ma non per crogiolarsi nei ricordi.
Si guarda a ciò che è stato per capire che cosa continuare a fare e che cosa cambiare.
Al tempo una pianificazione aziendale lungimirante si proietta al futuro determinando i momenti e i modi per innovare.
E sottolineiamo che innovare fa rima con improvvisare solo nella grammatica: perché non c'è nulla che derivi da competenza, studio e talento quanto il presentare un nuovo bene o [...]

Leggi tutto l'articolo