Superenalotto, centrano un 5 , ma vengono rapinati della vincita"

REGGIO CALABRIA - Era il loro sogno: vincere al Superenalotto.
La fortuna ha voluto accontentarli con un "cinque" che valeva 42.000 euro.
Ma poi si è voltata bruscamente dall'altra parte.
Togliendo ai giocatori fino all'ultimo spicciolo.
Vittime dello strano scherzo del destino i soci del circolo ricreativo "Oliveto" di Reggio Calabria.
Che dopo aver azzeccato un sistema al Superenalotto sono stati derubati da cinque banditi armati e mascherati, proprio mentre erano intenti a spartirsi il "bottino".
Il gruppo aveva indetto una festa per ieri sera nel circolo della popolosa contrada "Croce Valanidi", a sud del capoluogo calabrese.
Pubblicizzando ingenuamente l'evento con un volantino in cui si invitavano gli abitanti ad assistere alla spartizione della vincita, divisa equamente in buste da 900 euro ciascuna.
Ma prima che saltassero i tappi dello champagne, nel locale hanno fatto irruzione cinque persone col volto coperto, due dei quali armati di pistola e fucile.
"E' sicuramente uno scherzo" hanno pensato i presenti.
Tanto che uno dei vincitori ha lanciato un giornale contro un bandito.
Che non ha gradito il gesto e ha esploso un colpo in aria.
A quel punto la triste realtà è diventata evidente per tutti.
E ai giocatori non è rimasto altro che rassegnarsi e consegnare la vincita ai rapinatori.
Che sono poi fuggiti a bordo di una Fiat Croma, rubata mezz'ora prima a Bocale, rione balneare della città.
L'auto è stata ritrovata distrutta dal fuoco nel torrente Valanidi, poco distante dal luogo della rapina.
Nonostante i controlli con un elicottero e i posti di blocco dei carabinieri, i rapinatori sono riusciti a far perdere le loro tracce.

Leggi tutto l'articolo