Supplemento Della Domenica: Bruce Springsteen, Sempre E Comunque Un Grandissimo Performer! Il Punto Sugli Archivi Live Del Boss.

Con questo post, che meditavo da diverso tempo, ho voluto affrontare un argomento che non ho visto trattato in nessuna recensione, cartacea oppure online, italiana o estera, ed il fatto è abbastanza inspiegabile in quanto si sta parlando degli archivi live di quello che è forse il più grande performer vivente: Bruce Springsteen (& The E Street Band).
 La spiegazione che mi sono dato è che questa serie di CD (è nata per il download, ma si possono ordinare anche i dischetti, ad un prezzo più che ragionevole e con un incisione eccellente, mentre la grafica è alquanto spartana e le note assenti, titoli dei brani a parte) è in vendita esclusivamente online in una sezione del sito del Boss, e quindi manca di una distribuzione capillare, a differenza per esempio dei live pubblicati di recente dai Rolling Stones (questi ultimi anche in versione video).
Inizialmente la serie era nata per documentare le ultime tournée di Bruce con la formula degli instant live (sono ordinabili tutti i concerti del tour australiano ed americano di High Hopes, ed anche il River Tour che il nostro sta portando in giro in USA proprio in questi giorni, e che quest’estate toccherà anche l’Italia per due concerti a Milano e Roma), ma poi, con cadenze variabili, si è deciso di mettere a disposizione dei fans anche alcuni concerti più o meno storici provenienti dalle varie fasi della carriera del rocker del New Jersey, una scelta a mio parere vincente in quanto chiunque ami la musica di Bruce aveva sempre desiderato un giorno poter godere delle sue migliori performance dal vivo, ed alcuni tra i dischi pubblicati sono a mio parere davvero imperdibili.
Qui di seguito vorrei fare un rapido elenco rispettando l’ordine di pubblicazione e non cronologico (la serie è cominciata nella seconda metà del 2014), e faccio presente che tutti questi concerti sono ancora disponibili per l’acquisto fisico oppure scaricabili in vari formati.
Apollo Theater, New York, NY, March 9th 2012: un concerto di riscaldamento prima dell’inizio del tour di Wrecking Ball, registrato nel tempio del soul e rhythm’n’blues.
Un concerto più breve delle solite maratone del Boss (infatti sta tutto su due CD), con parecchi pezzi tratti dal nuovo album (a mio parere il suo migliore dai tempi di The Rising, Seeger Sessions escluse), ma anche chicche come l’antica The E Street Shuffle, la sempre toccante Mansion On The Hill e, in omaggio alla location, due coloratissime versioni di The Way You Do The Things You Do (hit dei Temptations) e di Hold On, I’m Coming (Sam & [...]

Leggi tutto l'articolo