TASSE: COME PAGARE DI MENO (prima parte)

Dalle spese mediche alle attività sportive dei figli, dai supporti per i familiari disabili ai lavori di ristrutturazione della casa, sono molte le voci che possono contribuire ad abbassare l’importo finale delle tasse da versare.
 Compilare la dichiarazione dei redditi non è né piacevole né facile.
Il sistema fiscale italiano è inutilmente complicato e poco trasparente, tanto è vero che spesso il contribuente non è consapevole delle agevolazioni a cui ha diritto.
Eppure, tenendo conto di tutte le spese detraibili dalle imposte e quelle deducibili dal reddito è possibile risparmiare un bel po’.Vi spieghiamo anche come rimediare agli errori, che nonostante la buona fede sono sempre in agguato, e cosa fare se si riceve una cartella esattoriale. La tassazione avviene per scaglioni di reddito: l’aliquota applicata aumenta con l’aumentare del denaro guadagnato.
Vi sono però molte spese che sono detraibili dalle tasse o deducibili dal reddito: inserirle in dichiarazione può consentire risparmi notevoli.In questa prima parte, cominciamo con le spese mediche e quelle sostenute per i disabili.  Conservare i documentiIl lavoro necessario per la compilazione della dichiarazione dei redditi e il pagamento di quanto dovuto comincia il primo gennaio di ogni anno.
Mettere da parte documenti, certificazioni, fatture e scontrini man mano che si sostengono spese detraibili dalle imposte o deducibili dal reddito è l’unico modo per non rischiare di perdere qualche prezioso beneficio quando arriva il momento della dichiarazione.
Vediamo insieme quali sono le spese che è possibile recuperare almeno in parte e quali documenti servono per dimostrare di averle sostenute.Spese medicheSi può detrarre dalle imposte il 19% delle spese sostenute per sé e per i familiari a carico nel corso dell’anno.
Sono interessate dalle detrazione prestazioni chirurgiche, visite specialistiche, analisi, radiografie, l’acquisto e l’affitto di protesi sanitarie e dispositivi medici (per esempio l’aerosol o lo sfigmomanometro), visite e cure omeopatiche, farmaci, ticket sanitari, assistenza riabilitativa, come la fisioterapia.
È bene ricordare che nelle spese detraibili è compreso anche il costo della marca da bollo da 1,81 euro, applicato alle fatture di importo superiore a 77,47 euro.Sono detraibili anche le spese mediche affrontate all’estero, per le quali si dovrà conservare la relativa documentazione.
La stessa detrazione spetta per le spese veterinarie sostenute per gli animali di casaAgevolazioni per i disabiliSpecifiche [...]

Leggi tutto l'articolo