TAV, la mandrakata di Conte e Casalino

Sembra di vederli, Giuseppe Conte e Rocco Casalino, mentre studiano la loro mandrakata sulla TAV che ieri ha consentito grazie a un barbatrucco fondato su un gioco di parole di togliere le castagne dal fuoco al governo sull’Alta Velocità guadagnando però solo tempo e al prezzo dell’ennesimo raggiro di elettori e attivisti del MoVimento 5 Stelle.
La mandrakata di Conte e Casalino sulla TAV
Perché, memori della storia del 2,4% trasformato in 2,04% per fini di comunicazione, ieriCasalino e Conte si sono industriati per risolvere lo stallo della TAV nell’unico modo possibile, ovvero fingendo. Racconta oggi Tommaso Ciriaco su Repubblica:
Avis de marchés, ecco il jolly di Conte. Da avvocato, il premier chiede ai suoi di rispondere a una domanda: come far partire i bandi senza ammettere di averlo fatto? Non chiamandoli bandi, ecco tutto. Aggrappandosi al sinonimo in francese, avis de marchés appunto, “avvisi di gare”. Né più, né meno di quanto Telt aveva già indicato come soluzione per n...

Leggi tutto l'articolo